dicono di lei

Parlano di Madeleine Delbrêl...

La spiritualità di Madeleine Delbrêl è vicina alla mentalità del nostro tempo.

Di seguito articoli, incontri e altro che parlano di lei.

Per segnalazioni di incontri qui non contenuti potete rivolgervi a Amici di Madeleine Delbrêl  

Sito ufficiale di Madeleine Delbrêl (in francese)

Sul n. 2 della Rivista di Vita spirituale (edita da OCD di Roma), ci sarà una recensione del libro di Edy Natali su Madeleine Delbrêl

Udienza di Papa Francesco del 8 novembre.
La passione per l’evangelizzazione: lo zelo apostolico del credente. Madeleine Delbrêl. La gioia della fede tra i non credenti.

Intervista a Michele Brescianini della Casa DELBREL a Rodengo Saiano (Brescia)

Francesca D’Angelo, «Sulle scene in cerca dell’Altro. Intervista a Elisabetta Salvatori»: Credere n. 16 del 16 aprile 2023.

Testo dell’articolo

Maria Amata Di Lorenzo, Il cielo in una strada. Madeleine Delbrêl, Edizioni Immacolata, Borgonuovo (Bologna) 2023, 112 pp. Vedi il video di presentazione del libro https://www.youtube.com/watch?v=4watpDl4hdo

https://www.youtube.com/watch?v=4watpDl4hdo

 

Intervista del giornalista Gerolamo Fazzini apparsa su Avvenire di domenica 8 gennaio («O si è missionari o dimissionari», la lezione di Madeleine Delbrêl)

Nella rivista online cultura cattolica il 13 ottobre è pubblicato l’articolo “Madeleine Delbrêl: il mondo come monastero”

E’ uscita sulla Rivista “Vocazioni” una testimonianza di Maura & Fabrizia: “Il mistero è nella quotidianità”, in cui si respira lo spirito evangelico di Madeleine

Articolo di Avvenire del 6 maggio “L’«attimo» cristiano di Madeleine Delbrêl” sul libro di Edi Natali “Fralezza e trascendenza”

Intervista a Edi Natali su Madeleine Delbrêl e sul libro “Fralezza e trascendenza”. Video in youtube

Articolo in spagnolo di  Pepe Rodier su  “Chi è Madeleine Delbrêl?”

Papa FrancescoOmelia giornata della Parola, 23 gennaio 2022
“Oggi – dice Gesù – si è compiuta questa Scrittura» (Lc 4,21). La Parola vuole prendere carne oggi, nel tempo che viviamo, non in un futuro ideale. Una mistica francese del secolo scorso, che ha scelto di vivere il Vangelo nelle periferie, ha scritto che la Parola del Signore non è «“lettera morta”: essa è spirito e vita. […] L’acustica che la Parola del Signore esige da noi è il nostro “oggi”: le circostanze della nostra vita quotidiana e le necessità del nostro prossimo» (M. Delbrêl, La gioia di credere, Gribaudi, Milano 1994, 258). Chiediamoci allora: vogliamo imitare Gesù, diventare ministri di liberazione e di consolazione per gli altri, attuare la Parola? Siamo una Chiesa docile alla Parola? Una Chiesa portata all’ascolto degli altri, impegnata a tendere la mano per sollevare i fratelli e le sorelle da ciò che li opprime, per sciogliere i nodi delle paure, liberare i più fragili dalle prigioni della povertà, della stanchezza interiore e dalla tristezza che spegne la vita? Vogliamo questo?