Il cuore tiepido

Fu così per quel tale, che – dice il Vangelo – «se ne andò rattristato» (v. 22). Si era ancorato ai precetti e ai suoi molti beni, non aveva dato il cuore. E, pur avendo incontrato Gesù e ricevuto il suo sguardo d’amore, se ne andò triste. La tristezza è la prova dell’amore incompiuto. È il segno di un cuore tiepido. Invece, un cuore alleggerito di beni, che libero ama il Signore, diffonde sempre la gioia, quella gioia di cui oggi c’è grande bisogno. Il santo Papa Paolo VI scrisse: «È nel cuore delle loro angosce che i nostri contemporanei hanno bisogno di conoscere la gioia, di sentire il suo canto». Gesù oggi ci invita a ritornare alle sorgenti della gioia, che sono l’incontro con Lui, la scelta coraggiosa di rischiare per seguirlo, il gusto di lasciare qualcosa per abbracciare la sua via. I santi hanno percorso questo cammino.

Papa Francesco, Omelia Messa del 14 ottobre

Ponti per la pace

Religioni e culture in dialogo - 14-16 ottobre - Bo - Dettagli nel volantino

Veglia per la Giornata missionaria mondiale

Sabato 20 ottobre, ore 21:00 in Cattedrale a Bologna

Scuola di formazione teologica

La Scuola di Formazione Teologica riprende la sua attività proponendo, nelle sedi disseminate sul territorio, i moduli del Corso Base e, nella sede centrale, oltre ai corsi di Scrittura, i moduli del Triennio, che quest’anno - compiuto il primo ciclo sulle tre virtù teologali - sarà nuovamente dedicato al tema della fede.

Inoltre due cicli di incontri il Venerdì sera, il primo dal titolo "…di tutte più grande è la Carità! (1Cor 13,13)" e il secondo "Percorso interdisciplinare sulle orme di Luca"

Informazioni e programma sul sito della Facoltà teologica dell'Emilia-Romagna

Informazioni aggiuntive