Seconda lettera di Pietro

1,4 : "Con queste (la sua gloria e potenza) egli ci ha donato i beni grandissimi e preziosi che erano stati promessi, perché diventaste per loro mezzo partecipi della natura divina, essendo sfuggiti alla corruzione che l nel mondo a causa della concupiscenza ".

LA SCALA DELLA PERFEZIONE

Non basta aver fede per dire di essere buoni cristiani, degni imitatori di Cristo:
ad essa vanno aggiunte le virtù, l'abitudine a compiere il bene,
e a questa la conoscenza, per saper discernere ciò che è bene o male;
e la temperanza, per calibrare le proprie forze e capacità,
senza cadere nella presunzione o all'opposto, nella falsa modestia;
si aggiunga quindi la pazienza, che mi fa accettare i miei limiti
e accogliere come dono ogni situazione ed avvenimento, positivo o negativo che sia;
quindi la pietà, perché sappia guardare oltre
al piccolo orizzonte della mia persona,
del mio egoistico io e vivere nell'amore fraterno,
così come ci ha insegnato Gesù, dello stesso amore con cui Lui ci ha amati,
per giungere alla vetta della carità, che è donare la propria vita per ogni fratello.
Amen