Prima lettera di San Paolo apostolo ai Tessalonicesi

1,3 : "... memori davanti a Dio e padre nostro del vostro impegno nella fede, della vostra operosità nella carità e della vostra costante speranza nel Signore nostro Gesù Cristo ".

LA SPERANZA CHE FA CRESCERE LA FEDE

Signore, da solo non ce la faccio a seguirti come vorrei,
troppo trascinato dal peso della mia fragilità,
dal bombardamento negativo della società,
dal facile compromesso a cui troppo spesso - purtoppo - mi adeguo.
Signore, aiutami ad impegnarmi nell'approfondire la mia fede che Tu,
nella tua immensa bontà, mi hai donato affinché
potessi conoscerti, amarti, servirti;
suscita l'operosità verso i fratelli, il servizio umile e gratuito,
la disponibilità totale e gioiosa, il sacrificio generoso e disinteressato,
affinché l'amore che Tu hai per me modelli tutta la mia vita,
plasmando un cuore nuovo, di carne, al posto del mio vecchio cuore di pietra,
così da amare Te nei fratelli;
mantieni viva e costante la speranza, distintivo di noi cristiani,
perché Tu hai vinto la morte, hai cancellato l'angoscia della fine
e ci hai donato la speranza di rimanere sempre in Te,
anche oltre la conclusione della nostra povera esistenza.
Che la mia vita sia un continuo impegno ad accrescere la mia fede,
per servire e amare il prossimo, nella costante speranza dell'incontro con Te.
Amen.

2,8 : "Così affezionati a voi, avremmo desiderato darvi non solo il Vangelo di Dio, ma la nostra stessa vita, perché ci siete diventati cari ".

CHE GLI ALTRI DIVENTINO A ME PIU' CARI DI ME STESSO


Grazie, Signore, perché mi doni ogni giorno dei fratelli da amare,
dei fratelli per cui spendere la vita,
perché la mia vita è portare il lieto annunzio
che Cristo ha vinto la morte, risorgendo a vita nuova,
la stessa che attende tutti noi.
Donaci, Signore, un cuore grande per contenere tutti coloro a cui mi manderai,
perché diventino a me più cari di me stesso,
e offra loro tutto il meglio di me stesso, tutto ciò che Tu hai donato a me.
Gratuitamente ho ricevuto, gratuitamente voglio donare!
Amen.

2,13 : "Proprio per questo anche noi ringraziamo Dio continuamente, perché, avendo ricevuto da noi la parola divina della predicazione, l’avete accolta non quale parola di uomini, ma, come  veramente, quale parola di Dio, che opera in voi che credete ".

IL CUORE TRABOCCA DI GIOIA


Il cuore trabocca di gioia ripensando alle meraviglie che Tu, Signore,
hai compiuto nella storia, ed esplode di esultanza e non smette di ringraziarti
quando constato che ogni giorno, ogni istante della mia vita,
la Tua presenza e la Tua bontà operano in me e attraverso me un'infinità di meraviglie!
Grazie, Signore, perché hai scelto me,
anche se sono ben poca cosa agli occhi del mondo,
ma insieme a Te divento una meraviglia.
Rendimi docile alla Tua azione, perché attraverso me
tante persone Ti incontrino, e scoprano che Tu le ami,
e nasca in loro il desiderio di amarti.
Amen.

3,9 : "Quale ringraziamento possiamo rendere a Dio riguardo a voi, per tutta la gioia che proviamo a causa vostra davanti al nostro Dio ".

TI ACCONTENTI PROPRIO DI POCO!

Come puoi gioire di qualcosa che non ti sei costruito,
che non hai sudato a raggiungere, che non ti è costato un po' della tua vita?
Certo, se ti basta la gioia di una serata in discoteca,
o di una partita di pallone (meglio se vinta),
o lo scroscio degli applausi o di un riconoscimento...
allora ti accontenti proprio di poco!
Quanto dura, infatti, tutto ciò?
Poco più di un soffio di vento, che cancella tutto e ti riporta
alla ricerca disperata di una gioia che era solo una chimera!
La gioia vera ha le sue radici in Cristo,
perché è Lui la nostra speranza,
ed è Lui che ci ha insegnato che c'è più gioia nel dare che nel ricevere.
Insegnami, Signore, ad accettare la fatica e la sofferenza che richiede la gioia vera,
perché possa essere io stesso trasmettitore di tale gioia ai miei fratelli.
Amen.

4,11 : "... e a farvi un punto di onore; vivere in pace, attendere alle cose vostre e lavorare con le vostre mani, come vi abbiamo ordinato ".

OPERATORI DI PACE

"Beati gli operatori di pace...", dicesti quel giorno parlando alla folla,
"perché saranno chiamati figli di Dio!".
Ma non lo siamo già, figli di Dio?
Certo, ognuno è figlio del Padre celeste, perché da Lui pensato,
amato, creato con una unicità e una perfezione d'amore che solo un Padre può avere.
Ma l'essere costruttori di pace è la carta di identità della nostra figliolanza divina,
così come Gesù fu costruttore di pace,
ma non per questo disdegnò di far sentire la sua voce
piena d'ira e di sdegno quando era necessario.
Sì, essere costruttori di pace non vuol dire essere dei passivi, degli ingenui,
ma avere il coraggio di combattere la battaglia della fede,
che ha come uniche armi l'amore.
Signore, innalzo a Te la mia preghiera:
"Donami un cuore docile e umile affinché possa seguire
con sempre maggiore fedeltà l'esempio del Tuo Figlio, Gesù!".
Amen.

4,13 : "Non vogliamo poi lasciarvi nell’ignoranza, fratelli, circa quelli che sono morti, perché non continuiate ad affligervi come gli altri che non hanno speranza ".

SIGNORE, DISSIPA LE TENEBRE DELL'IGNORANZA

Credere non vuol dire camminare nel buio,
con gli occhi foderati e il cuore spento!
Non ci viene chiesto di essere dei robot
che eseguono passivamente ciò che gli viene ordinato,
senza chiedersi il perché, né domandarsi se ne vale la pena.
Il Signore non vuole degli automi, ma dei figli liberi,
capaci di comprendere e fare delle scelte.
Signore, dissipa le tenebre dell'ignoranza
che ci impediscono di fondare le nostre scelte;
apri la nostra mente e il nostro cuore alla verità della Tua Parola,
affinché possiamo sperare e credere che la nostra vita non finisce con la nostra morte,
ma prosegue e si realizza pienamente nel mistero della risurrezione,
quando anche noi, come Te, saremo alla presenza del Padre, in eterno.
Amen.

4,17 : "... quindi voi,i vivi, i superstiti, saremo rapiti insieme con loro tra le nuvole, per andare incontro al Signore nell’aria, e così saremo sempre con il Signore ".

LA CHIAMATA DI OGNI CRISTIANO

Il Signore ci ha consegnato un tesoro da custodire e curare,
affinché possa portare molto frutto alla sua stagione...
Fa' parte della chiamata che il Signore fa ad ogni cristiano
il saper orientare la propria vita verso Cristo,
vera luce, unica verità, via e vita dell'uomo.
Signore, sostieni i tuoi figli nella lotta contro la stupidità del mondo,
che non riesce a dar importanza a ciò che è veramente importante,
ma si perde dietro all'effimero, al momentaneo...
Signore, aiutami ad essere fedele a questa chiamata,
affinché lo Spirito Santo, Tuo dono, trovi sempre accogliente dimora in me.
Amen.

5,9 : "Poiché Dio non ci ha destinati alla sua collera ma all’acquisto della salvezza per mezzo del Signore nostro Gesù Cristo ".

SCEGLIERE TE PER L'ETERNITA'

Signore, Tu sei veramente un Padre buono e misericordioso
che mi ama come un figlio e vuole per me solo il meglio,
cioè la felicità eterna, la vita piena insieme a Te.
Noi sappiamo che per ognuno ci sarà il momento dell'incontro con Te,
e di questo ne siamo certi, perché Gesù, Tuo Figlio,
risorgendo ha indicato la strada...
ma non sappiamo quando Tu verrai a chiamarci a Te,
e questo ci tiene in apprensione, perché ragioniamo troppo
con la mentalità di questo mondo, che giudica sul dare e avere
e tiene poco conto dell'essere e dell'amore.
Ma Tu, Padre buono, hai preparato per noi un futuro
non basato su un giudizio di condanna, ma sull'acquisto della salvezza.
Sta a noi scegliere se essere con Te e diventare portatori di luce,
annunciatori di salvezza, costruttori del Regno...
o senza di Te, pieni solo di noi stessi, illusioni viventi, insoddisfatti e delusi,
perché da soli nulla possiamo.
Signore, tieni saldamente la Tua mano sul mio capo,
affinché non mi perda dietro false illusioni,
ma segua sempre Gesù, Tuo Figlio!
Amen
Amen