Anno 2017

Dicembre 2017

MADELEINE DELBRÊL E LA GIOIA DI CREDERE - Dal sito Dialoghi Carmelitani

“Se vuoi trovare Dio, sappi che è dappertutto, ma sappi anche che non è solo … Se vai in capo al mondo, trovi le orme di Dio; se vai nel profondo di te stesso, troverai Dio in persona”.
Così è sintetizzata la testimonianza di Madeleine Delbrêl, prima di una serie di “persone le cui vite sono state rese luminose da scelte controcorrente”, presentate nel sito della Comunità monastica di Bose, nella rubrica che si intitola “Il coraggio della fede”.
«La costante ricerca di Dio è stato il filo conduttore della sua esistenza, una ricerca che per sfociare in Dio ha attraversato le terre feconde della compagnia degli uomini e dell’interiorità».

Novembre 2017

Il Patriarca di Venezia al pellegrinaggio dei giovani alla Salute: «Seguite la ricerca di Cristo fatta da Madeleine Delbrel»    -   Articolo dal sito del patriarcato di Venezia

La “militante sociale” Madeleine Delbrêl presto santa?   -  Articolo nel sito Ateleia

Madeleine Delbrel - Articolo sul sito della Chiesa cattolica di Ecumenismo e Dialogo interreligioso

Madeleine Delbrêl e il marxismo - Articolo sul sito del quotidiano no profit Korazym

Ottobre 2017

Colei che sa : Madeleine Delbrêl  - Articolo nel sito delle Suore francescane dei poveri

Casa Delbrêl, oasi di accoglienza - aperta a Brescia dal Movimento Ecclesiale Carmelitano:  uno spazio dedicato alla famiglia, all’accoglienza e alla formazione - dal sito del La voce del popolo

Casa Delbrel prende il nome da Madeleine Delbrêl (1904 -1964), promotrice di un’esperienza missionaria urbana nelle periferie parigine del secolo scorso, un modello a cui oggi si ispirano Punto Missione Onlus e i 25 volontari già impegnati stabilmente nel progetto. L’ex convento della congregazione delle suore carmelitane di Torino – città dove ora sono tornate – è stato affidato un anno fa al Movimento Ecclesiale Carmelitano con il desiderio di accogliere un’opera rivolta al sostegno della famiglia, che godrà del supporto delle suore carmelitane stesse, anche da lontano. “L’idea è nata durante il pellegrinaggio che viene organizzato ogni anno in maggio dal movimento – racconta Michele Brescianini, direttore di Punto Missione Onlus -–. “Ricordo che passando davanti alla casa, e parlando dell’imminente partenza delle suore, alcuni di noi hanno pensato: perché non chiediamo che la casa venga affidata a noi? Il progetto è nato in quel momento”.

Settembre 2017

Quattro passi con Madeleine Delbrêl" di Angelo Nocent - Articolo sul sito della compagnia dei globuli rossi

Giugno 2017

Madeleine Delbrel e il bello scandalo della carità - Articolo sul sito della comunità Redemptor hominis

Maggio 2017

Esito positivo della Tappa per la beatificazione di Madeleine Delbrêl

Aprile 2017

Tra eremo e metropoli. Madaleine Delbrel - Articolo dal sito delle acli trentine

Marzo 2017

Vangelo e pane: Madeleine Delbrêl. Conosce la vita in tutti i suoi aspetti e l’affronta con determinazione, energia e grande senso dell’umorismo...  -  Articolo sul sito del Movimento salesiano del triveneto

I Perdenti 22. Madeleine Delbrêl - Profilo di Mario Bandera sulla rivista Missionari della Consolata redatto in forma di una intervista immaginaria di un giovane con Madeleine -   Articolo sul sito Missioni Consolata

Dio preferisce chi dona con gioia! È la gioia di vivere in quell’equilibrio strano della bicicletta (come scriveva Madeleine Delbrêl), senza una carta stradale, ma con lo slancio della carità.
E’ quanto afferma S.E. Matteo Maria Zuppi, arcivescovo di Bologna, nella sua prima Lettera Pastorale “Non ci ardeva forse il cuore” (p. 47).
Certamente tutto avrà leggerezza e semplicità se vivremo questa passione di comunicare il Vangelo a tanti e di spezzare il pane della carità. Non dimentichiamo che Dio preferisce chi dona con gioia! È la gioia di vivere in quell’equilibrio strano della bicicletta, come scriveva Madeleine Delbrêl, donna che visse prima del Concilio, a Parigi; la passione di portare il Vangelo a chi ne era lontano, nella grande periferia della città: «Tu ci hai scelto per essere in un equilibrio strano. Un equilibrio che non può stabilirsi né tenersi se non in movimento, se non in uno slancio. Un po’ come in bicicletta che non sta su senza girare, una bicicletta che resta appoggiata contro un muro finché qualcuno non la inforca per farla correre veloce sulla strada. La condizione che ci è data è un’insicurezza universale, vertiginosa. Non appena cominciamo a guardarla, la nostra vita oscilla, sfugge. Noi non possiamo star dritti se non per marciare, se non per tuffarci, in uno slancio di carità. Tu ti rifiuti di fornirci una carta stradale. Il nostro cammino si fa di notte. Ciascun atto da fare a suo turno s’illumina come uno scatto di segnali. Spesso la sola cosa garantita è questa fatica regolare dello stesso lavoro da fare ogni giorno, della stessa vita da ricominciare, degli stessi difetti da correggere, delle stesse sciocchezze da non fare. Ma al di là di questa garanzia tutto il resto è lasciato alla tua fantasia che vi si mette a suo agio con noi». Senza una carta stradale, ma con lo slancio della carità.


Febbraio 2017

 …Avrei dato tutto l’universo, pur di sapere che cosa ci facevo dentro! - Articolo dal sito delle suore adoratrici del santissimo sacramento
 

In ogni cosa: Madeleine Delbrel - Audio dal sito della radio Vaticana



Informazioni aggiuntive